Misericordiosi come il Padre è il “motto” dell’Anno Santo. Papa Francesco.

Il Carmelo è tutto mariano

Stampa


“Ecco la tua madre….da quell'ora il discepolo l'accolse con sè” (Gv 19,27)

 


Maria è venerata sin dagli albori dell’Ordine. I primi eremiti del Monte Carmelo costruirono una bella cappella in onore di Maria e la scelsero come titolare della loro famiglia religiosa. Teresa di Gesù ha fatto propria questa antica tradizione. Mossa da un tenero affetto verso la Madre di Dio, non cessò mai di esortarci: “Viviamo da vere figlie della Vergine, osservando i doveri della nostra professione, affinchè Egli ci conceda  la grazia che ci ha promesso” (Fondazioni 16/7). È per questo che ciascuna di noi tende a realizzare un rapporto di comunione e di vera e profonda familiarità con Maria, Madre, Sorella, Patrona, perpetuando sulla Terra l’amore di Gesù per sua Madre.

Perché Maria è veramente figlia di questa Terra, di questo popolo in mezzo al quale viviamo, e ognuno dei quattro Carmeli ne rivela un’impronta tutta particolare. A Nazareth, Maria forma in noi l’atteggiamento della sposa, atteggiamento essenzial-mente fatto di attenzione e di ascolto. A Betlemme, ci invita a divenire insieme a lei una madre che intercede e genera nel dolore e nella gioia. A Gerusalemme, insieme a Lei ci uniamo al silenzio fecondo del Verbo sulla Croce. Sul Monte Carmelo, infine, Maria è la “Sovrana del luogo” e la “Sorella” che ci accompagna verso la vetta della montagna della perfezione, Cristo
.

Auto Insurance Quotes