Sull’esempio della Vergine Madre, il contemplativo è la persona centrata in Dio. (VDQ 10)

Monastero di Nazareth: Storia

Stampa


Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città
della Galilea, chiamata Nazareth, a una vergine,
promessa sposa di un uomo della casa di Davide,
di nome Giuseppe.
La vergine si chiamava Maria

(Luca 1, 26-27)

cnhistoire1

Nazareth è una piccola città conosciuta nel mondo intero perchè in essa è avvenuta la più grande manifestazione della Santissima Trinità: “L'Incarnazione”. Qui la Vergine Maria si è lasciata guidare dallo Spirito Santo meditando con cura tutte le cose nel suo cuore. È, anche, il paese della Santa Famiglia dove Gesù ha voluto vivere la sua vita nascosta nella semplicità e nella quotidianità.

Il nostro Carmelo ha la sua origine nella parola che un giorno Gesù ha rivolto a Mariam: “Voglio un Carmelo a Nazareth” . Nel 1910 questo desiderio si è fatto realtà.

Tutto è iniziato nel Carmelo di Pò (Francia) dove, nel 1867, era entrata una giovane palestinese chiamata Mariam Baouardy, diventata poi Suor Maria di Gesù Crocifisso, la quale alla fine del mese di agosto di 1875, accompagnata d'altre sorelle di questo Carmelo partì per fondare il Carmelo di Betlemme.

Poco dopo il suo arrivo, comunica a Mons. Vincenso Bracco, Patriarca di Gerusalemme che nostro Signore voleva un Carmelo a Nazareth, per onorare in quel luogo l'Incarnazione del Figlio di Dio, nato dalla Vergine Maria, per opera dello Spirito Santo. Nel 1878 sono arrivate da Roma le autorizzazioni per la fondazione e in aprile, Mariam con la sua Superiora e la Maestra delle novizie sono venute a Nazareth per visitare il terreno acquistato per il nuovo Monastero.

Il 28 luglio 1907 si è messa la prima pietra e nel 1910 si è conclusa la costruzione. Undici sorelle del Carmelo di Betlemme, scelte come fondatrici: sei francesi, tre palestinesi, una italiana e una tedesca, sono uscite da Betlemme il 24 ottobre e tre giorni dopo sono arrivate a Nazareth.

Il 14 novembre 1910 è iniziata la vita carmelitana nel nuovo Monastero che ricevette dal Patriarca il titolo di “Carmelo della Santa Famiglia”

Dal Carmelo si può vedere la Basilica dell'Annunciazione, un pò più in là il Tabor, la pianura di Esdrelon e nella lontananza i primi contrafforti del Monte Carmelo.

Auto Insurance Quotes