Sull’esempio della Vergine Madre, il contemplativo è la persona centrata in Dio. (VDQ 10)

Anno Santo della Misericordia

Stampa

misericordiae

Eccoci in pieno Avvento, nell'attesa della Venuta del Signore. I nostri occhi sono rivolti verso il Figlio dell'Uomo che verrà sulle nubi, scortato da tutti i santi (cf Lc 21,27 e 1Tim 3,13). Si rivolgono anche verso il Bambino che Maria «avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia» (Lc 2,7), il nostro Dio. Nel contemplarLo scopriamo in Lui il volto della misericordia del Padre(1)

In effetti l’Avvento coincide con l’inizio dell'Anno Santo della Misericordia. Il papa Francesco vi ci introdurrà nel giorno della festa dell'Immacolata Concezione, l'8 dicembre, aprendo la Porta Santa a San Pietro di Roma, dopo averlo fatto solennemente alla periferia del mondo nella Cattedrale di Bangui, capitale della Repubblica nel Centroafricana domenica 29 novembre. In Terra Santa, una Porta Santa sarà aperta al Getsemani il 13 dicembre, a Betlemme il 24 dicembre e a Nazaret il 27 dello stesso mese. Chiunque entrerà potrà sperimentare l’amore di Dio che consola, che perdona e dona speranza (3). La Chiesa ci offre un meraviglioso tempo favorevole. Per riscoprire che la misericordia di Dio non è un'idea astratta, ma una realtà concreta con cui Egli rivela il suo amore come quello di un padre e di una madre che si commuovono fino dal profondo delle viscere per il proprio figlio (6)

Lasciamoci prendere dall'invito che ci lancia l'Anno Santo, non solo gustando la misericordia di Dio nei nostri confronti, ma anche nel divenire compassionevoli verso tutti, a essere strumenti del perdono perché noi per primi lo abbiamo ottenuto da Dio (14)

Del resto, tutti i santi del Carmelo  hanno percorso il cammino della misericordia, a partire dalla Nostra Signora che canta nel Magnificat: “di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono”. San Giovanni della Croce (che festeggeremo il 14 dicembre) è citato nella Bolla di indizione del Giubileo della Misericordia: dopo averci invitato a praticare generosamente le opere di misericordia sia corporali che spirituali, il Papà dopo averci ricordato che in ognuno dei “più piccoli” è presente Cristo, aggiunge: «Non dimentichiamo le parole di san Giovanni della Croce: “Alla sera della vita, saremo giudicati sull’amore” » (15).Tutti noi conosciamo l'Atto di offerta di  santa Teresa del Bambino Gesù all'Amore Misericordioso; santa Mariam di Gesù Crocifisso si preoccupava costantemente di tutti i fratelli per i quali implorava: « intenerite il vostro cuore, o mio Dio, non considerateci solo secondo giustizia ma secondo la vostra misericordia perché siete il solo santo, il solo giusto» (Pensieri). Quanto a santa Teresa di Gesù, non cessava mai  di lodare ed esclamare:«O mio Dio e mia Misericordia!» (cf Excl 1).
Lasciamoci convincere: «… considerino ciò che ha fatto nei miei riguardi: mi sono stancata prima io d’offenderlo, che lui di perdonarmi. Egli non si stanca mai di dare, né le sue misericordie possono esaurirsi: non stanchiamoci di riceverle» (V 19,15). 

In tal modo potremo ripetere nel corso dell'anno il ritornello nella nostra quotidiana  preghiera di lode: “Eterna è la sua misericordia”(Sal 135)(7).

I testi in corsivo sono tratti dalla Bolla di indizione del Giubileo straordinario della misericordia , “Misericordiae vultus”.

Per maggiori informazioni sulla celebrazione del Giubileo in Terra Santa:
http://fr.lpj.org/2015/11/26/18053450/


Dites à l’Esprit Saint que vous l’aimez, dites-lui : Esprit Saint, je t’aime !
On ne dit pas beaucoup, pas assez, à l’Esprit Saint que nous l’aimons. Nous le disons à Jésus, à la Vierge Marie …

Auto Insurance Quotes